Scoperti i furbetti dello streaming: carcere e multe fino a 25mila euro

Loris Alba
Eclissi sullo streaming illegale di partite di calcio, film in prima visione ed eventi sportivi. Questo il nome della maxi operazione scattata ieri contro i pirati della tv, con l'obiettivo di oscurare le IpTV illegali, un sistema diffusissimo che converte il segnale criptato delle pay-tv in un segnale web-digitale.
Utilizzate in Italia da 5 milioni di utenti, le tv pirata sono legate ad un giro d'affari di oltre 30 milioni di euro all'anno. L'operazione Eclissi ha coinvolto anche Francia, Paesi Bassi, Germania, Bulgaria e Grecia. Sequestrata ed oscurata, nel corso del blitz del Nucleo Speciale Tutela Privacy e Frodi Tecnologiche della Guardia di Finanza, anche la piattaforma informatica Xtream Codes con 700mila utenti, dietro alla quale ci sarebbero le menti di due greci. Uno di loro è stato arrestato.
I membri dell'organizzazione criminale predisponevano e gestivano all'estero gli spazi informatici attraverso i quali ritrasmettevano il segnale dei vari programmi come Sky, Dazn e Netflix. L'indagine è stata portata avanti dalla Procura della Repubblica di Napoli e ha consentito di individuare e disattivare la piattaforma, che permette di trasformare in dati informatici i flussi audiovisivi protetti da copyright, fornendo all'utente finale l'intera offerta a pagamento a un prezzo di 10 euro al mese. Venticinque gli indagati, diverse le centrali collegate alla piattaforma scoperte sia in Italia che all'estero.
Centinaia di migliaia gli utenti nei guai, che rischiano ora multe salate, fino a 25mila euro e la reclusione da sei mesi a tre anni. In base alle stime del Codacons, «la forte diffusione di piattaforme che consentono di vedere gratuitamente le pay tv, ha effetti fino al +10% sui prezzi degli abbonamenti televisivi, a discapito di tutti gli utenti che in modo regolare acquistano pacchetti legati alle tv a pagamento», motivo per cui «oltre a rappresentare una forma di illegalità, la pirateria porta ad un ingiusto incremento delle tariffe».
riproduzione riservata ®

Giovedì 19 Settembre 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA