San Basilio, scacco ai clan Presi i 21 boss della coca

Emilio Orlando
L'elicottero ha iniziato a volteggiare su San Basilio prima dell' alba. All'unisono, alle 5 in punto, centinaia di carabinieri, mitra M12 a tracolla e torcia in mano hanno fatto irruzione negli appartamenti dei boss della roccaforte dello spaccio in mano alla clan ndranghetista dei Marando.
Coffe Break il nome convenzionale del blitz coordinato dal pubblico ministero Barbara Zuin, adottato dopo la chiusura dell' omonimo bar che altro non era che una centrale di spaccio di droga legata al clan. Dopo le perquisizioni con in cani antidroga e gli uomini del battaglione, che hanno tenuto a bada chi voleva impedire gli arresti mettendo con sommosse e siparietti tipici della malavita organizzata campana, sono usciti ammanettati dalle loro case 21 pericolosi narcotrafficanti. L' organizzazione smantellata dai carabinieri della compagnia di Montesacro e dalla stazione di San Basilio, gestiva una delle piazze di spaccio più grandi d' Italia tra via Sirolo, via Mondolfo, via Pievebovigliana e via Corinaldo nel cuore di San Basilio.
I fratelli Francesco e Alfredo Marando, figli di Rosario e nipoti del narcotrafficante Pasquale avevano trasformato il quadrilatero compreso tra i complessi di abitazioni popolari, in un supermercato di droga dove era possibile acquistare dosi di cocaina, hashish e marjuana giorno e notte ininterrottamente. Vedette, che segnalavano l'arrivo delle forze dell' ordine, rette, cavallini e pusher era la filiera criminale che i Marando gestivano e controllavano. Un business che ha portato nelle tasche dell' organizzazione diversi milioni di euro. Una filiera criminale organizzata militarmente, con criminali albanesi senza scrupoli pronta a scendere in strada per reagire violentemente contro controlli ed arresti arrivando fino a danneggiare una volante della polizia nel mese di marzo scorso in via Corinaldo.
Sono finiti in manette con l' accusa di spaccio anche Domenico e Paolo Perre, Gian Claudio Vannicola, Marco Lenti, Claudio Bava, Andrea D' Urbano, Fabio Batocchi, Simona Grossi, Fabrizio Tucci, Emiliano Spada, Savino Tondo, Michele Riso, Stefano Starnoni, Alessandra Licata, Tiziano Conti, Umberto Strippoli, Emiliano Leotta e Piero Romano.
riproduzione riservata ®


Ultimo aggiornamento: Martedì 21 Gennaio 2020, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA