Ritirato il color oro made  in Usa: «È cancerogeno»

Ritirato il color oro made in Usa: «È cancerogeno»

Prima il Lime Green (verde limone), poi il rosa Rose Satin (rosa satinato), ora anche il Golden Yellow (Giallo oro) entra a far parte della lista nera dei pigmenti dei tatuaggi pericolosi. Il ministero della Salute ha predisposto il «divieto di commercializzazione, il ritiro e il richiamo» di questo pigmento per tattoo prodotto in Usa, per il rischio «cancerogeno» dovuto alla presenza di «ammine aromatiche vietate da risoluzione Ue». Il produttore del pigmento è Intenze Products Inc' di Rochelle Park, Stati Uniti. Il campionamento «è stato eseguito dai tecnici del Comprensorio sanitario di Bolzano, Servizio igiene. Il campione è stato prelevato presso la Ditta Exodus sas». Si tratta in realtà dell'ennesimo caso di ritiro dal mercato di pigmenti made in Usa. Solamente lo scorso marzo il ministero della Salute aveva lanciato un altro allarme a cui era seguito il ritiro di ben 9 pigmenti: Dubai Gold, Sailor Jerry Red, Black Mamba, Green Beret, Hot Pink, Banana Cream, Lining Green, Lining Red Light e Blue Iris. I rischi per la salute legati a questo tipo di colorante non sono ancora chiari. Secondo alcuni esperti il 60% delle sostanze contenute negli inchiostri potrebbero diffondere particelle cancerogene nel corpo. Anche quando non si tratta di cancro, è frequente che i pigmenti abbiano degli effetti collaterali: i più diffusi sono le allergie e le irritazioni della pelle.
(M.PoI)

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 11 Dicembre 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA