Recuperata la statua rubata nella villa di Benigni

Recuperata la statua rubata nella villa di Benigni

Simone Pierini
«Siate felici, e se qualche volta la felicità si scorda di voi, voi non vi scordate della felicità». Una frase che Roberto Benigni ha sempre amato pronunciare durante i suoi monologhi.
E questa volta la felicità sembra essersi ricordata dell'attore e regista toscano, riportando nella sua casa una scultura romana del secondo secolo di altissimo valore che era stata rubata a lui e a sua moglie Nicoletta Braschi nel 2010 nella loro villa a Roma. I carabinieri per la tutela del patrimonio culturale l'hanno recuperata in Spagna e riportata in Italia.
Oggi verrà esposta nella sede dei carabinieri nella caserma La Marmora in via Anicia 24 e poi potrà finalmente ritrovare il suo posto nella sua vecchia casa. Nell'ambito della stessa maxi indagine condotta dal generale Fabrizio Parrulli insieme agli investigatori spagnoli è stata ritrovata una scultura che era stata trafugata a Villa Borghese, sempre nella capitale, oltre a un prezioso bassorilievo attribuito ai fratelli Della Robbia, datato fine 1400, che era stato rubato quasi cinquanta anni fa in Toscana da una chiesa di Scansano in provincia di Grosseto.
Quella della scultura romana fu il primo furto subito da Benigni. Nel 2014 dai saloni di Confartigianato di Terni fu sottratta una scultura in acciaio raffigurante Pinocchio che doveva essere donata direttamente all'attore e regista in ricordo del suo capolavoro girato proprio negli studi di Papigno. La piccola statua, realizzata nel 2002 dallo storico scultore del ferro Massimo Passari, non fece in tempo a finire nelle mani di Benigni che non ebbe mai la possibilità di venirne in possesso.
Proprio in questi giorni il premio Oscar è impegnato nelle riprese del nuovo Pinocchio di Matteo Garrone, il regista di recente vincitore del David di Donatello per Dogman nella cui cerimonia del 27 marzo scorso ci fu l'ultima apparizione pubblica del comico toscano. Interpreterà il personaggio di Geppetto al fianco di un cast stellare composto da Gigi Proietti, nel ruolo di Mangiafuoco, Rocco Papaleo e Massimo Ceccherini, che saranno il gatto e la volpe.
riproduzione riservata ®

Mercoledì 17 Aprile 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA