Piantati cinque nuovi ulivi  nel Giardino dei Giusti

Piantati cinque nuovi ulivi nel Giardino dei Giusti

Cinque nuove piante, per ricordare cinque giusti. Fra gli ulivi piantati nel Giardino dei Giusti di villa Pamphili ce n'è uno dedicato ad Antonio Megalizzi, il giovane ucciso nell'attentato di Strasburgo dello scorso dicembre.
Le altre piante portano il nome di Karen Jeppe, la missionaria danese che aiutò le vittime del genocidio armeno, del pacifista e ambientalista altoatesino Alexander Langer, del dirigente di Solidarnosc Bronislaw Geremek, e il nome della antifascista tedesca Ursula Hirschmann. I nomi dei 5 nuovi Giusti sono stati selezionati dal Comitato scientifico per la realizzazione del Giardino dei Giusti, presieduto dalla sindaca Virginia Raggi e composto da Rccardo Di Segni, da Anna Foa, Giovanni Maria Flick, Gianni Celestini, Massimiliano Atelli e Andrea Ricciardi. «Vogliamo ricordare chi ha lottato contro ogni forma di ingiustizia e sopraffazione, a tutela dei diritti fondamentali - ha dichiarato la Raggi -. Ci ritroveremo qui ogni anno per continuare a fare del Giardino dei Giusti di Roma un luogo di memoria, per riflettere insieme sui valori di libertà, democrazia e salvaguardia dei beni comuni».(L. Cal.)

Martedì 19 Marzo 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA