Per recuperare la palla cade nella vasca del depuratore

Per recuperare la palla cade nella vasca del depuratore

Il pallone che sfugge di mano, la corsa per riprenderlo, una disattenzione, la caduta fatale. È morto così Niang, un 15enne di origine straniera, mentre stava giocando a pallone con un amico all'interno degli stabilimenti della Ecosis srl, una tintoria industriale di Castellanza, nel Varesotto. È scivolato in una vasca di depurazione per tentare di recuperare il pallone, ma ha perso la equilibri ed è precipitato nell'acqua.
Con la mamma e i fratelli Niang era andato a trovare il custode di un'azienda di fianco alla Ecosis. Dopo pranzo i ragazzini si sono messi a giocare a pallone. E proprio i tentativo di recuperare quella palla finita nell'acqua ha innescato la tragedia. Caduto in acqua, il 15enne è stato trascinato sul fondo dai vortici e non è più riemerso. Immediata la richiesta di aiuto della madre e dei presenti, travolti dalla disperazione per non aver potuto fare nulla né per spegnere l'impianto, né per soccorrere Niang. è stato recuperato in fin di vita dai vigili del fuoco, ma è morto poco dopo il ricovero nell'ospedale di Legnano. La procura di Busto Arsizio ha sequestrato l'area.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 18 Ottobre 2021, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA