Paola Lo Mele
Il duello politico tra Matteo Salvini e Virginia Raggi su Roma,

Paola Lo Mele
Il duello politico tra Matteo Salvini e Virginia Raggi su Roma,

Paola Lo Mele
Il duello politico tra Matteo Salvini e Virginia Raggi su Roma, tra una battuta e l'altra, assume i contorni di una disputa tra supereroi. Se il leader della Lega lunedì, chiedendo maggiore impegno al Campidoglio, aveva detto «come ministro dell'Interno per Roma manca solo mi metta il mantello di Batman», ieri la sindaca ha ribattuto a tono spolverando un'altra eroina dei fumetti.
«Se Salvini è Batman per aver portato 136 poliziotti in più allora io sono Wander Woman per avere assunto oltre 1000 vigili. Dai...», le parole di Raggi. Il riferimento è ai dati divulgati in giornata dal Viminale sulle risorse e le forze dell'ordine in campo per la Capitale: con i fondi del decreto sicurezza la città ha ottenuto 9,53 milioni di euro dal 2018 al 2020.
Con Scuole sicure ha beneficiato di più di 724mila euro per la vigilanza anti-pusher nei pressi delle scuole. Da ottobre 2018, a Roma sono stati inviati 136 poliziotti in più e nel piano di riorganizzazione è previsto l'arrivo di altri 844. Il Ministero dell'Interno ha ricordato anche che con l'operazione Strade sicure, a febbraio sono stati inviati 39 militari, che portano a 1.989 le forze armate presenti in loco.
Dopo giorni di polemiche incrociate e infuocate tra la Lega e il Movimento 5 Stelle sullo stato della città e il debito storico, tanto è bastato a scatenare nuovi affondi. «E mo come glielo spieghiamo a Matteo Salvini che mentre lui si crede Batman per 136 poliziotti in più la sindaca Virginia Raggi ha assunto 1.000 agenti di Polizia Locale? Allora Virginia chi è? Wonder Woman? Daje Mattè la strada è quella giusta. Devi applicarti di più! Mi sa che anche stanotte nun ce dorme. Porello!», ha ironizzato sui social il capogruppo del M5S in Comune, Giuliano Pacetti.
E i dem non si sono tenuti fuori dal ring: «Salvini-Batman e Raggi Wonder Woman? Al di là dell'offesa ai due personaggi universali, gli unici supereroi sono i romani che ogni giorno assistono alle liti tra Lega e 5Stelle, al fallimento dell'amministrazione Raggi, al declino di Roma, alla distruzione del tessuto sociale e economico della Capitale d'Italia», l'affondo del segretario regionale Bruno Astorre.
riproduzione riservata ®

Mercoledì 17 Aprile 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA