«Oggi gli eroi non hanno soldi né fama»

La Basilica di San Pietro vuota. Nessuna processione con i ramoscelli di ulivo. E Papa Francesco all'Altare della Cattedra, sotto il crocifisso di San Marcello, rivolto a un pubblico che in carne ed ossa non c'è, ma che ha seguito sul web o nella diretta tv la messa che ha aperto la Settimana santa che precede la Pasqua. Nella basilica vaticana, le pochissime persone presenti - l'arciprete della basilica, il cardinale Angelo Comastri, alcune suore, i lettori - erano sedute una per banco.
Nell'omelia, il Santo Padre si è rivolto ai giovani: «Cari amici, guardate ai veri eroi che in questi giorni vengono alla luce: non sono quelli che hanno fama, soldi e successo, ma quelli che danno sé stessi per servire gli altri - ha detto Francesco - sentitevi chiamati a mettere in gioco la vita. Perché la vita è un dono che si riceve donandosi. E perché la gioia più grande è dire sì all'amore, senza se e senza ma. Come ha fatto Gesù per noi».

Ultimo aggiornamento: Lunedì 6 Aprile 2020, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA