Nuovo farmacista contagiato: è allarme

Insieme ai medici anche i farmacisti sono tra i più esposti all'emergenza Covid-19. Ieri a farne le spese è stato Paolo D'Ambrogi, morto per complicanze derivate dal coronavirus. Lavorava nella sua parafarmacia di Nettuno. A dare la notizia è stato il presidente della Federazione degli ordini dei farmacisti italiani (Fofi), Paolo Mandelli, che ha lanciato un grido d'aiuto per i colleghi. «Continuiamo a prestare la nostra opera sul territorio e nelle strutture del Sistema Sanitario Nazionale - ha dichiarato - anche se ancora non siamo stati dotati di protezioni adeguate, così come gli altri professionisti della salute impegnati a contrastare l'emergenza». «Abbiamo denunciato fin dall'inizio che questa è un'esigenza prioritaria e ancora poche ore fa (ieri, ndr.) - ha aggiunto Mandelli in una nota - lo abbiamo ripetuto con la massima chiarezza al Presidente del Consiglio, al Ministro della Salute, al Capo della Protezione Civile e al Commissario per l'emergenza». «Mi sembra evidente che, come abbiamo più volte sottolineato - ha concluso - si deve praticare il test per il contagio da virus ai farmacisti e a tutti i professionisti della salute».
Intanto il sindaco di Nettuno ha emesso un'ordinanza; spesa consentita solo due volte a settimana per famiglia. (S. Pie.)

Ultimo aggiornamento: Venerdì 27 Marzo 2020, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA