MSF, 24 casi di molestie

MSF, 24 casi di molestie

Lorena Loiacono
La voragine delle molestie sessuali divora anche le associazioni umanitarie. Compresa Medici Senza Frontiere. Ieri infatti la Ong ha ammesso di aver avuto nel 2017 al suo interno 24 casi di molestie e abusi sessuali. Non solo, in due di questi casi si è trattato di molestie o abusi da parte di qualcuno dello staff di Medici Senza Frontiere contro persone esterne, cioè pazienti o membri della comunità. Tra quelli coinvolti, 19 operatori sono stati licenziati mentre gli altri sono stati sanzionati con avvertimenti o sospensioni. Un'autodenuncia, quella di MSF, che va nel dettaglio e racconta che in uno staff di 40mila persone, relativo appunto al 2017, ci sono state 146 denunce o segnalazioni per abusi di potere, discriminazioni, molestie e altre forme di comportamenti inappropriati. Esclusi i casi affrontati sul campo. Delle 146 segnalazioni, ben 40 a seguito di inchieste interne sono state identificate come abuso o molestia e 24 tra queste erano casi a sfondo sessuale. Ma potrebbe essere un pozzo senza fondo, come spiegato da Msf: «Non tolleriamo alcun comportamento da parte del nostro personale che sfrutti la vulnerabilità degli altri o dei dipendenti che sfruttano la loro posizione per guadagno personale. Anche se le segnalazioni di abusi attraverso i nostri meccanismi di reclamo sono in costante aumento, i comportamenti scorretti continuano a essere sottostimati». Una denuncia durissima, che arriva nei giorni dello scandalo dell'Oxfam international su presunti abusi sessuali, giri di prostituzione e festini a luci rosse con ragazze giovanissime ad Haiti. In arresto anche il presidente Juan Alberto Fuentes mentre la Ong, in soli tre giorni, ha perso 1.270 donatori con una perdita in denaro stimata intorno ai 162mila euro al mese.
riproduzione riservata ®

Giovedì 15 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
DALLA HOME