Michielin: «In Cheyenne c'è  la mia anima allo stato puro»

Michielin: «In Cheyenne c'è la mia anima allo stato puro»

Luca Uccello
MILANO - L'attesa è finita. Francesca Michielin torna con un nuovo singolo, Cheyenne feat. Charlie Charles, che ha anche curato la produzione del brano, in uscita domani. Cheyenne è il primo singolo del nuovo album di Francesca che vedrà la luce nel 2020. Un canzone d'amore, di ricordi. «Questo brano mi piace definirlo puro. L'ho fatto sentire alla mamma, agli amici, a tante persone a me vicine prima di farlo uscire e ha emozionato tutti».
Forse perché è una canzone che parla d'amore
«Lo vivo come un abbandono, come quando ho dovuto lasciare il posto in cui sono nata e una relazione con un ragazzo, per trasferirmi a Milano. E da lì ho sempre fatto più fatica a mantenere vivo quel rapporto: anche se continui a voler bene a quella persona, non riesci più a essere come prima e il distacco diventa inevitabile».
Un brano che racconta il suo viaggio nel tempo?
«È una sintesi di quello che sono oggi a 24 anni. Ho vissuto delle esperienze, ho delle parti di me che sono più frammentate ma anche parti che si sono consolidate».
Cheyenne lo firma Mahmood...
«Con Alessandro ho un bellissimo rapporto, mi ha regalato questa canzone, scritta apposta per me».
Quante anime ci sono in questo Cheyenne?
«Ci sono due anime che poi saranno quelle del progetto: una più legata all'ambiente che ho vissuto tra infanzia e adolescenza e un'altra legata alla città, che si trova costretta ad adattarsi a un ambiente più urban».
Perché il disco lo chiama progetto?
«Perché lo concepisco in divenire. Lo sto ancora finendo di scrivere. È una prima parte di racconto di tutto quello che sto facendo. Lo vivo come se fossi in un'officina».

Giovedì 14 Novembre 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA