Michela Greco
«Interpreterò le canzoni di De André, portatrici

Michela Greco
«Interpreterò le canzoni di De André, portatrici

Michela Greco
«Interpreterò le canzoni di De André, portatrici di significati attuali oggi più che mai. Si parla di ultimi, emarginati e scomodi, in un tempo in cui si argina chi è considerato capro espiatorio dei nostri limiti. De André invece invita a mettere in discussione se stessi prima degli altri, fa riflettere sulle proprie responsabilità». Mattatore instancabile al cinema, in tv e a teatro, da sempre in prima linea quando si tratta di impegnarsi per una causa in cui crede (basti citare l'iniziativa RisorgiMarche), Neri Marcorè presenta così Come una specie di sorriso Omaggio a Fabrizio De André, che domani sera lo vedrà protagonista all'Auditorium Parco della Musica. In compagnia dello Gnu Quartet, l'attore si esibirà nelle vesti cantante e chitarrista per compiere un viaggio musicale attraverso i versi immortali di Faber e celebrare uno dei più grandi poeti del cantautorato italiano partendo da una delle sue canzoni più famose, Il pescatore.
«Mi sarebbe piaciuto mettere 50 canzoni in scaletta ma lo spettacolo sarebbe durato 5 ore ha detto Marcorè - quindi ho dovuto fare una selezione sulla base del gusto personale, spesso condiviso con i musicisti, tralasciando i pezzi più noti perché in generale apprezzo di più le seconde linee. Ovvio che il repertorio di Fabrizio è stranoto, ma non mi dispiacerebbe che qualcuno del pubblico scoprisse una o più canzoni mai ascoltate prima». Accanto all'attore ci sarà il quartetto composto da Stefano Cabrera (arrangiamenti e violoncello), Roberto Izzo (violino), Francesca Rapetti (flauto traverso) e Raffaele Rebaudengo (viola), che ha caratterizzato i progetti di grandi artisti come Subsonica, Afterhours, Pfm, Gino Paoli, Niccolò Fabi, Daniele Silvestri. La collaborazione, spiega Neri Marcorè, «nasce da un'idea dell'amico e promoter Mauro Diazzi per incontrare la proposta dell'orchestra Toscanini, che ogni anno mette in scena uno spettacolo originale con un attore. Anziché puntare su un reading, vista la mia crescente frequentazione con la musica dal vivo, si è pensato quindi all'arrangiamento per orchestra dei pezzi di De André. È a questo punto che ho voluto coinvolgere gli Gnu Quartet e altri amici musicisti. Negli ultimi anni abbiamo fatto parecchi concerti, sia con orchestre diverse, sia con la formazione che ci vede in nove sul palco, la stessa che si esibirà domani sera al Parco della Musica».
riproduzione riservata ®


Ultimo aggiornamento: Venerdì 16 Novembre 2018, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA