Mario Fabbroni Vaccinarsi è «un dovere civico e morale»: per questo

Mario Fabbroni
Vaccinarsi è «un dovere civico e morale»: per questo

Mario Fabbroni
Vaccinarsi è «un dovere civico e morale»: per questo chiedo alla politica e ai cittadini «senso di responsabilità collettivo», dando per scontato che non si può dire di no al vaccino quando si lavora o ci si trova in spazi comuni. Con poche ma ferme parole il Presidente della Repubblica travolge le minoranze no vax e i dubbi dei partiti.
Sergio Mattarella, nella tradizionale cerimonia con la stampa parlamentare per la consegna del Ventaglio al Quirinale, non si tira indietro. «La pandemia non è ancora alle nostre spalle. Il virus è mutato e si sta rivelando ancora più contagioso. Soltanto grazie ai vaccini siamo in grado di contenerlo». Poi entra limpidamente nel merito: «La libertà è condizione irrinunziabile ma chi limita oggi la nostra libertà è il virus non gli strumenti e le regole per sconfiggerlo». Non è certo un caso se il Capo dello Stato spinge l'acceleratore proprio sul mondo della scuola, dove è vivo il dibattito sugli insegnanti vaccinati o meno: «Occorre tornare a una vita scolastica ordinata e colmare le lacune che si sono formate. Il regolare andamento del prossimo anno scolastico deve essere un'assoluta priorità».
Mattarella non parla del suo semestre bianco che inizierà i primi d'agosto, evita qualunque riferimento a un suo bis e non sfiora neanche il delicato tema della durata della legislatura. Ma sul tema Recovery l'analisi è spietata nel suo realismo: «Conto che non si smarrisca la consapevolezza dell'emergenza che tuttora l'Italia sta attraversando. Gli interventi e le riforme programmate devono adesso diventare realtà. Non possiamo fallire:».
Ai giornalisti, che non devono vedere indebolito il loro contributo alla vita democratica del Paese nel processo di ristrutturazione e di riorganizzazione del comparto industriale dei media, assicurando loro una previdenza pubblica al pari di altre categorie di lavoratori, fa pure una tirata d'orecchie: «La non smentita di una notizia non vera, non è affatto una conferma: oppure devo smentire tutte fake?».
riproduzione riservata ®


Ultimo aggiornamento: Giovedì 29 Luglio 2021, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA