LE REGOLE UE

Si chiama digital green pass. Entrerà in vigore il primo luglio con un solo obiettivo: facilitare gli spostamenti all'interno dell'Ue e favorire il rilancio del turismo. Permetterà ai viaggiatori di passare le frontiere senza essere sottoposti a test o a quarantene. Sarà un diritto per tutti i cittadini europei che sono stati vaccinati o sono guariti dal Covid, e per chi si è sottoposto a un test risultando negativo.
COME SI OTTIENE. Il green pass sarà rilasciato dalle autorità nazionali gratuitamente, in formato digitale o cartaceo. Riporterà un codice Qr che consentirà di verificarne l'autenticità in tutta Europa.
CHI PUÒ AVERLO. Possono richiederlo i vaccinati con doppia dose: il pass sarà operativo a partire da 14 giorni dal richiamo. I guariti dopo il 180° giorno dal test di positività. Si potrà ottenere anche dopo un tampone: varrà 72 ore dopo quello Pcr o molecolare, 42 ore dopo un test rapido antigenico.
IN ITALIA. Il nostro si chiama certificato verde Covid-19, secondo quanto prevede il Dpcm che sarà varato domani. Serve per potersi spostare liberamente nel Paese (anche tra zone di colori diversi), ma anche per accedere alle Rsa, partecipare a cerimonie, spettacoli ed eventi sportivi.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 16 Giugno 2021, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA