La Regina salva il Foro di Cesare

La Regina salva il Foro di Cesare

Far riemergere il Foro di Cesare nella sua interezza. E' l'obiettivo del nuovo scavo archeologico che partirà nel 2018, grazie al mecenatismo danese, e terminerà nel 2021. La Fondazione Carlsberg di Copenhagen ha destinato all'iniziativa 1,5 milioni e ieri la sindaca Virginia Raggi ha accompagnato sul posto la regina di Danimarca, Margrethe II. «Per Roma è un giorno speciale - ha affermato Raggi -, rendiamo visibile al mondo un atto di mecenatismo che consentirà l'ampliamento dell'area del foro di Cesare. Un gesto bellissimo che sottolinea l'attenzione verso Roma e la sua storia». Al tour tra i resti dell'antica Roma hanno partecipato anche l'ambasciatore di Danimarca a Roma Erik V. Lorenzen e il sovrintendente capitolino ai Beni Culturali Claudio Parisi Presicce che ha illustrato il progetto: «Cominceremo con un saggio di scavo su circa 400 metri quadrati e pensiamo che quest'area restituirà i resti del portico orientale del Foro Cesare - ha spiegato Presicce -. Se sono ben conservati per poterlo ricomporre, lo faremo e si continuerà lo scavo fino al tempio di Venere Genitrice. Con questo intervento, che si dovrebbe concludere nel 2021, si potrà recuperare il Foro di Cesare nella sua interezza. Oggi un quinto è ancora sommerso».(P. L. M.)

Ultimo aggiornamento: Venerdì 27 Ottobre 2017, 05:00