L'appello di D'Amato: «Vaccinatevi prima di partire per le vacanze»

L'appello di D'Amato: «Vaccinatevi prima di partire per le vacanze»

Marco Esposito
Assessore Alessio D'Amato, nel Lazio c'è un boom di contagi. La regione rischia di cambiare colore?
«Non credo. La revisione dei parametri mette al centro la pressione sulla rete ospedaliera. Con il sistema precedente invece veniva dato una maggior importanza all'incidenza».
Dobbiamo preoccuparci?
«Noi stiamo vaccinando molto. Il virus circola è vero, ma soprattutto, nelle fasce più giovani, e per ora non genera pressioni sulla rete ospedaliera».
Molti ragazzi tornano dalla Sardegna quando sono positivi, infrangendo la quarantena. Le risulta?
«Ancora non abbiamo avuto evidenze in questo senso. Noi diciamo a tutti di vaccinarsi il prima possibile. Chi si dovesse prenotare oggi ha un tempo di attesa breve. Il nostro consiglio è quello di partire per le vacanze dopo aver completato il ciclo vaccinale».
Non sarebbe utile tamponare chi torna dalla Sardegna?
«L'allerta è alta su questo punto. Ma il nostro obiettivo è non ripetere l'esperienza dello scorso anno. La vera differenza è avere i vaccini. Sciuperemmo un'occasione se non la sfruttassimo».
Questo è il punto cruciale?
«Nel Lazio abbiamo un tasso di occupazione dei posti letto basso. Questo grazie alla vaccinazione che riduce anche la circolazione del virus. Ma dobbiamo raggiungere l'immunità di gregge per mettere in sicurezza tutti».
C'è chi teme di ritrovarsi in autunno allo stesso punto dello scorso anno
«Un anno fa non avevamo il vaccino. Noi abbiamo superato 6,5 milioni di somministrazioni. La popolazione (over 18) del Lazio è vaccinata al 60%. Siamo in una fase importante».
Il Green Pass obbligatorio può spingere chi non si è vaccinato fino ad ora a farlo?
«Il Green pass è utile per creare la cosiddetta bolla negativa per eventi come i concerti o lo stadio. Le Regioni pensano che il green pass debba essere usato per accedere nei luoghi con importanti aggregazioni. Va vissuto come un elemento di prevenzione e non di coercizione».


Ultimo aggiornamento: Venerdì 23 Luglio 2021, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA