Inzaghi non si arrende: «Champions possibile»

ROMA - «Crediamo ancora nella Champions». Dopo averlo detto alla squadra lunedì alla ripresa, Simone Inzaghi ha ribadito il concetto anche in conferenza alla vigilia della gara contro l'Udinese, recupero della 25a giornata di campionato in programma alle 19 all'Olimpico: «I giochi sono ancora aperti prosegue - ci sono ancora diverse gare davanti a noi e ho la fortuna di avere un bel gruppo di ragazzi che hanno capito la situazione. C'è tantissima rabbia e delusione per il match di San Siro ma ho chiesto ai ragazzi di non mollare».
Nessun commento sulla decisione del giudice sportivo, resta comunque l'amarezza per i tanti torti subiti anche in questa stagione: «Il mio sogno da allenatore è quello che si possa recriminare solo sui nostri errori, l'anno scorso abbiamo recriminato tanto e quest'anno stiamo facendo altrettanto non solo per cose che accadono sul campo». Archiviata la gara contro i rossoneri Inzaghi chiede di voltare pagina: «Quello che è accaduto potrebbe deconcentrare e togliere motivazioni ma ho un gruppo straordinario che sa che non ci dobbiamo abbattere». Contro l'Udinese d'altronde la Lazio ha un solo risultato a disposizione se vuole continuare ad alimentare il sogno Champions: «Possiamo dimostrare che è ancora tutto aperto ma occhio all'Udinese, una grande squadra. Bisognerà fare molto attenzione e rimanere concentrati». Formazione praticamente fatta, le indicazioni sono arrivate dall'allenamento della vigilia: out Marusic e Correa, che non si sono allenati, e lo squalificato Luis Alberto («Dispiace perderlo perché ho rivisto l'azione e l'ammonizione non c'era» ha sottolineato il tecnico) a centrocampo Parolo tornerà titolare mentre in attacco Caicedo farà coppia con Immobile. Confermato Romulo esterno destro a centrocampo. In difesa Patric favorito su Luiz Felipe mentre Radu si è regolarmente allenato ed è pronto.
(E.Sar.)

Mercoledì 17 Aprile 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA