Nancy Brilli risponde su Leggo: «Che la luce faccia breccia»
di Nancy Brilli

Nancy Brilli risponde su Leggo: «Che la luce faccia breccia»

Il professor Giacomo mi ha vista all'inaugurazione della nuova illuminazione di Porta Pia. Mi domanda perché. Lei m'insegna, essendo docente di storia, per l'appunto, che Roma Capitale è iniziata lì, con l'ingresso a passo di carica dei bersaglieri nella breccia. Personalmente ritengo che questi siano tempi in cui oltremodo vi sia necessità di dialogo e di apertura verso l'altro. Siamo in bilico, troppa gente spaventata e persa, c'è bisogno di punti fermi. Nel frangente di quest'anno specialissimo credo che si debba guardare oltre. Sono stata invitata a una cerimonia in cui si accendevano le luci in un luogo tetro che ne aveva assai bisogno. E a seguire anche in altre zone ben più periferiche. Bene, ci andrò. Non mi interessa il fatto promozionale o politico. Mi interessa Roma. Hai visto mai potessi essere utile, foss'anche solo per una visita, come a un parente malato che ha bisogno di conforto. E poi mi chiamo Brilli. Voglio veder risplendere.

(brillisevuoi@leggo.it)
Ultimo aggiornamento: Martedì 29 Settembre 2020, 08:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA