Il medico: «Ecco cosa succede Non basta il riposo serve una terapia»

Antonio Caperna
ROMA - Gli sbalzi di temperatura in un periodo come quello attuale, dove al caldo del giorno si sostituisce facilmente il fresco della sera, mettono a dura prova la salute. A farne le spese possono essere anche le corde vocali con abbassamenti della voce, infiammazioni. Eventi risolvibili ma che hanno grande impatto su chi fa grande uso della voce, come i cantanti. Ne parliamo con il prof. Gaetano Paludetti, Direttore della Clinica Otorinolaringoiatrica del Policlinico Gemelli di Roma.
Che tipo di problema è?
«L'edema delle corde vocali è di solito un fatto cronico, ma se in questo caso il consiglio è di qualche giorno di riposo e di una terapia, come può essere un cortisonico, allora è un evento di tipo acuto».
Quali sono le cause?
«Influenza e raffreddori sono le cause più comuni per eventi improvvisi. Se invece è un fatto cronico da eccessivo utilizzo o sforzo allora i danni possono esser più gravi. Non sono fatti infrequenti. Pensiamo allo stesso Caruso, il grande tenore che venne operato per eliminare dei noduli alle corde vocali».
In questo caso come si può curare?
«Come ha fatto sapere lo stesso Jovanotti, con il riposo e un po' di terapia medica tornerà tutto alla normalità».

Martedì 17 Aprile 2018 - Ultimo aggiornamento: 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
DALLA HOME