Ida Di Grazia
Un'artista internazionale e portavoce dei diritti umani, una festa

Ida Di Grazia
Un'artista internazionale e portavoce dei diritti umani, una festa lunga 24 ore e mille artisti di strada. Sono gli ingredienti speciali della Festa di Roma 2020 organizzata dal Campidoglio per il prossimo Capodanno e coordinata da Fabrizio Arcuri, Claudia Sorace e Francesca Macrì. È stato presentato ieri dalla sindaca Virginia Raggi il cartellone degli eventi dalle 21 del 31 dicembre e per tutta la giornata del 1 gennaio - che avrà un tema molto importante: la Terra e la relazione fra uomo e Natura. Al centro della Terra ci sarà Skin leader della band londinese Skunk Anansie che dopo il countdown per la mezzanotte e lo spettacolo pirotecnico realizzato grazie al contributo di Acea, partirà al Circo Massimo con un dj set tech-house fino alle tre del mattino. Proprio come il ciclo di una giornata e come il tempo di una rotazione del nostro pianeta la festa di Roma si svilupperà tra Piazza dell'Emporio, Ponte Fabricio, Giardino degli Aranci e Piazza Bocca delle Verità, dividendosi in cinque ecosistemi: ogni ambiente, che il pubblico potrà attraversare a proprio piacimento, sarà animato da performance artistiche, scenari visionari e installazioni a tema, site specific, creati per stupire e coinvolgere.
Grande spazio sarà dato alle parate come la Call 100 chitarre, la chiamata a raccolta dei chitarristi amatoriali per formare una orchestra di cento elementi, diretta da Tonino Battista e guidata dai solisti del Parco della Musica Contemporanea Ensamble, che eseguirà in prima mondiale al palazzo dello Sviluppo Economico, il nuovo lavoro del compositore Marc Gray. Già a partire dalla mezzanotte prenderanno vita buona parte delle video installazioni e il disegno luci che partiranno da piazza Bocca della Verità per percorrere tutta la città. A realizzarle nomi come Tommaso Fagioli, Virginia Eleuteri Serpieri, Gianluca Abbate, Daniele Davino, Angelo Longo.
La Casa del Cinema, insieme alla Fondazione Cinema per Roma, offrirà una programmazione a tema ambientale, dal 26 gennaio con il film Il quinto elemento, fino al 6 gennaio, firmata Giorgio Gosetti e Mario Sesti. Il Teatro di Roma proporrà un'invasione di artisti, performer, danzatori e circensi conosciuti in tutto il mondo a cominciare dal Leone d'Argento per la danza alla Biennale di Venezia, Michele Di Stefano, che presenterà Bermudas outdoor, un lavoro coreografico ispirato dalle teorie del caos. Il Palaexpò regalerà lo sguardo e la testimonianza dell'astronauta olandese André Kuipers, protagonista del progetto Space cinemagraphs dell'artista Armand Dijcks.
Ingresso libero per tutti gli appuntamenti, info www.lafestadiroma.it
riproduzione riservata ®

Venerdì 8 Novembre 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA