Ida Di Grazia
Associazione per delinquere, induzione indebita a dare o promettere

Ida Di Grazia
Associazione per delinquere, induzione indebita a dare o promettere

Ida Di Grazia
Associazione per delinquere, induzione indebita a dare o promettere utilità, estorsione e falso ideologico e materiale. Sono questi i reati contestati, a seconda delle posizioni, ai 16 indagati in merito ai permessi amministrativi per occupazione di postazioni riservati al commercio degli ambulanti nella Capitale.
Nel mirino della procura di Roma sono finiti tra gli altri anche il responsabile dell'Ufficio Rotazione dipartimento VIII del Comune di Roma, un addetto dello stesso ufficio, il presidente della Federazione italiana venditori ambulanti e giornalai della Cisl (Fivag Gsl) Vittorio Baglioni, l'esponente della Federazione italiana venditori ambulanti e giornalai Dino Tredicine e il presidente dell'Unione provinciale venditori al dettaglio Upvad, Mario Tredicine. Non è la prima volta che il nome dei Tredicine finisce in vicende giudiziarie.
L'ex consigliere comunale di Forza Italia, Giordano Tredicine, è stato condannato in secondo grado a 2 anni e 6 mesi nell'ambito dell'inchiesta su Mafia Capitale. I pm di piazzale Clodio gli contestano il reato di corruzione per i suoi rapporti con Salvatore Buzzi, il ras delle cooperative romane. A svolgere l'attività dell'inchiesta, coordinata dal procuratore aggiunto Paolo Ielo e affidata al pm Antonio Clemente, sono stati gli uomini del Nucleo speciale di polizia valutaria della Guardia di Finanza e del X gruppo Ostia della Polizia Locale. Nel corso della perquisizione avvenuta nella mattinata di ieri, sono stati sequestrati documenti e oltre 250mila euro, di cui 12mila in contanti riconducibili a un dipendente comunale. Per occultare le somme di denaro un esponente di un'associazione di categoria aveva trovato dei metodi molto fantasiosi, una parte sono stati trovati in una tradizionale cassetta di sicurezza, il resto, invece erano nascosti all'interno di un pianoforte, nella cappa della cucina e addirittura nella sella di una cyclette. Subito su Twitter è arrivato il commento della sindaca Virginia Raggi: Complimenti alla Polizia locale di Roma Capitale, alla Guardia di finanza e alla Procura per operazione su licenze ambulanti a Roma. Chi ha sbagliato pagherà: sospensione per dipendenti infedeli. Il Codacons ha poi annunciato che si costituirà parte offesa nell'inchiesta.
riproduzione riservata ®

Giovedì 14 Febbraio 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA