Greta Posca
L'Italia diventa tutta rossa scuro, il colore del massimo rischio

Greta Posca
L'Italia diventa tutta rossa scuro, il colore del massimo rischio epidemiologico per il Covid-19: è l'indicazione della mappa aggiornata dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie. La quarta ondata colpisce duro l'Italia come il resto del Vecchio Continente: per l'agenzia Ue è in rosso scuro tutta l'Europa Occidentale e Meridionale, con Scandinavia, Stati Baltici e gran parte dell'Europa Centro-Orientale. In rosso solo la Romania, parte dell'Ungheria e della Polonia. Non c'è nessun Paese indicato con un rischio minore (giallo o verde).
IL REPORT. I dati europei sono in linea con quelli degli osservatori nazionali: nella settimana dal 5 all'11 gennaio, secondo il report della Fondazione Gimbe, i nuovi casi di Covid sono aumentati del 49% rispetto alla settimana precedente: in sette giorni sono stati 1.207.689, contro gli 810.535 della settimana precedente. Segno che il virus è ancora in piena espansione. In forte crescita sono anche i casi attualmente positivi: sono 2.134.139 rispetto a 1.265.297 della settimana precedente, pari a +68,7%.
OSPEDALI. Dal 5 all'11 gennaio, osserva il Gimbe, «continua a crescere la pressione sugli ospedali». Salgono infatti del 31% i ricoveri di pazienti Covid-19 con sintomi e del 20,5% le terapie intensive. Ma a crescere del 35,4% sono anche i decessi.
CAMBI DI COLORE. Il Gimbe prevede che entro fine mese molte regioni finiranno in zona arancione. Sette rischiano la retrocessione già da lunedì prossimo: Valle d'Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Calabria, oltre alla provincia autonoma di Bolzano: deciderà oggi il ministero della Salute sulla scorta degli ultimi dati, ma la percentuale di occupazione dei posto letto sia in terapia intensiva sia nei reparti Covid è ormai ampiamente al di sopra dei limiti. La situazione più critica è in Valle d'Aosta, che - secondo il Gimbe - con un altro paziente in terapia intensiva finisce in arancione, con altri quattro direttamente in zona rossa.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 14 Gennaio 2022, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA