Greta Posca
In sette regioni, anche se lievemente, tornano ad aumentare i contagi

Greta Posca
In sette regioni, anche se lievemente, tornano ad aumentare i contagi da Covid. E nelle altre rallenta il calo dei nuovi positivi che prosegue da ormai sette settimane: -1,9%. È l'effetto del boom dei test rapidi - quasi il 50% in più - legato all'obbligo di green pass sui luoghi di lavoro. I dati del monitoraggio della Fondazione Gimbe non destano ancora allarme, ma cresce la cautela con cui si guarda alle prossime settimane.
L'AUMENTO. L'aumento dei contagi si registra in Liguria (+14), Umbria (+19) Friuli Venezia Giulia (+114), Campania (+120), Lombardia (+129), Piemonte (+131), Lazio (+156). Tra le città che hanno in proporzione i numeri più alti c'è Trieste, diventata in questi giorni il punto di riferimento delle proteste dei No pass e delle contestazioni alle misure anti-Covid.
TAMPONI BOOM. Il numero dei test rapidi ha registrato una netta impennata e nell'ultima settimana ne sono stati effettuati 2.151.081 con un aumento, rispetto alla precedente, del 78,5%. Secondo la stima di Gimbe, ogni persona non vaccinata può quindi arrivare a sottoporsi a tre tamponi a settimana.
ASSENTEISMO. Cresce anche il numero di certificazioni di malattia presentati dai lavoratori nei primi giorni di obbligo del lasciapassare. L'incremento percentuale è stato più marcato venerdì 15 (+21,2%, con 5717 certificazioni), tendendo poi a ridursi lunedì 18 e martedì 19 . Secondo l'Inps, il maggior numero di certificazioni si è avuto nel settore privato, ma l'incremento percentuale più marcato si è avuto nel settore pubblico.
VACCINAZIONI. La spinta alle immunizzazioni, seppure rallentata, prosegue facendo calare il numero degli scettici: in sette giorni sono state vaccinate 407.404 nuove persone, pari al +4,7%.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 22 Ottobre 2021, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA