Gli amici: «Non è il massimo della pena, ma il minimo»

Gli amici: «Non è il massimo della pena, ma il minimo»

«L'ergastolo non è il massimo della pena, ma il minimo». La notizia della richiesta dell'ergastolo per Innocent Oseghale è solo una consolazione per gli amici di Pamela Mastropietro e della sua famiglia. In molti, sui social, hanno manifestato ancora una volta la massima solidarietà alla mamma della ragazza, Alessandra.
E non manca chi inneggia alla pena di morte: «L'ergastolo non è niente, quell'assassino merita di peggio».
«Nessuna sentenza ci potrà ridare la vita di Pamela, ma speriamo che nella condanna le richieste dei pm verranno rispettate del tutto» - si legge tra i vari commenti di chi ha conosciuto la ragazza - «Una bestia come quell'uomo, capace di commettere un delitto così, non merita nessuna attenuante». Poco prima dell'udienza di ieri, la mamma di Pamela, Alessandra Verni, aveva scritto sulla pagina Facebook in memoria della figlia: «Oggi discussione finale, andiamo a chiedere giustizia. Con noi in aula porteremo tutto il popolo civile».
(E. Chi.)
riproduzione riservata ®


Ultimo aggiornamento: Giovedì 9 Maggio 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA