«Fino a oggi l'impatto dell'aumento dello spread su prestiti a famiglie e imprese

«Fino a oggi l'impatto dell'aumento dello spread su prestiti a famiglie e imprese è stato limitato, ma iniziano ad emergere tensioni».
Affondo del governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, nel corso di un suo intervento all'Aaron Institute for Economic Policy Conference 2019. Per Visco «le condizioni del credito bancario si sono irrigidite soprattutto per le piccole imprese. Sta avvenendo a causa dell'aumentare dei costi della raccolta bancaria ma anche per via delle previsioni economiche che peggiorano. E c'è anche il timore dell'uscita dall'Euro, con l'ipotesi del ritorno a una moneta diversa». Infine, l'alto rapporto debito/Pil - ricorda ancora Visco - espone l'Italia alla volatilità dei mercati finanziari, con un ammontare annuale di titoli da rinnovare che attualmente è di 400 miliardi».

Venerdì 17 Maggio 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA