Finisce con uno sprint surreale, che premia l'irlandese Sam Bennett che brucia in

Finisce con uno sprint surreale, che premia l'irlandese Sam Bennett che brucia in volata Elia Viviani, la 21a tappa del 101° Giro d'Italia che va in archivio con il trionfo del britannico Chris Froome. A metà gara c'era stata la clamorosa decisione degli organizzatori di accorciare la prova di circa 80 km dopo la segnalazione degli atleti della pericolosità del fondo stradale. Per Froome si tratta della prima vittoria al Giro; con lui sul podio l'olandese Doumolin a 46 e il colombiano Lopez, con l'azzurro Pozzovivo 5° e primo degli italiani. Dopo la festa, il vincitore ha sottolineato che «la strada del circuito romano era pericolosa e hanno preso una buona decisione a neutralizzare la corsa. Noi ciclisti, comunque, non abbiamo minacciato di fermarci, questo mai».

Lunedì 28 Maggio 2018 - Ultimo aggiornamento: 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
DALLA HOME