Corto Maltese, ritorno al futuro: ridisegnato e "ringiovanito" da un duo francese
di Fabrizio Ponciroli

Corto Maltese, ritorno al futuro: ridisegnato e "ringiovanito" da un duo francese

L'eroe di Pratt tra intrighi e 11 settembre

Corto Maltese cambia volto ma non la voglia di avventura. Il celebre marinaio romantico che solcava i mari del Sud negli anni 20, creato da Hugo Pratt nel 1967, si cala nella contemporaneità.
In libreria è arrivato Oceano Nero, primo capitolo di una serie di avventure di un Corto Maltese tutto nuovo. Ed è sufficiente dare uno sguardo alla copertina per comprendere l'enorme salto temporale. Il nuovo Corto è un ventenne dai lineamenti morbidi, intento a rollarsi una sigaretta in abiti contemporanei: via il cappello da marinaio per il berretto da baseball. La storia, in bianco e nero in uno stile che si avvicina ai manga, si svolge nel 2001 e Maltese viaggia dal Giappone al Perù, con intrighi internazionali da risolvere e gli attacchi alle torri gemelle dell'11 settembre 2001 a fare da sfondo. Una rivoluzione opera del duo francese Bastien Vivés (fumettista) e Martin Quenehen (sceneggiatore). Un albo speciale per avvicinare a Corto la generazione Z, ovvero chi del leggendario personaggio dei fumetti sa poco o nulla. «Pratt non voleva che Corto Maltese morisse con lui. I due autori l'hanno portato nella modernità, senza smarrire gli insegnamenti del suo creatore. È una bella sfida», spiega Patrizia Zanotti, managing director di Cong, società svizzera fondata da Hugo Pratt che detiene i diritti di tutta l'opera artistica del maestro veneziano.

 


riproduzione riservata ®


Ultimo aggiornamento: Martedì 21 Settembre 2021, 08:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA