Ex spia russa avvelenata  nel centro commerciale

Ex spia russa avvelenata nel centro commerciale

Mario Fabbroni
Un uomo, indicato dalla Bbc come una sospetta ex spia russa, è stato ricoverato in ospedale in condizioni gravi dopo essere stato verosimilmente esposto a una «sostanza sconosciuta» in un centro commerciale di Salisbury, nel Wiltshire (Inghilterra). Con lui risulta essere stata ricoverata anche una donna. L'uomo è stato identificato come Serghei Skripal, 66 anni, un cittadino russo che ottenne asilo politico nel Regno Unito nel 2010. Skripal è un ex colonnello del Kgb condannato nel 2006 a 13 anni di carcere perché accusato di spionaggio a favore dell'Occidente; gli episodi che lo riguardano risalirebbero agli anni 90. Per il suo doppio gioco il colonnello avrebbe intascato la somma di 100.000 dollari. Nel 2010, in seguito alla scarcerazione, Skripal si era trasferito da Mosca a Londra.
Domenica scorsa, subito dopo l'accaduto nel centro commerciale Maltings, l'intera zona è stata isolata dalla polizia. La prima diagnosi dice che Skripal è stato contaminato da una sostanza non individuata, dettaglio che fa pensare a un attentato e non a un malore accidentale.
Il caso sembrerebbe ricordare quello di Aleksandr Litvinenko. ex agente del Kgb avvelenato nel 2006 con qualche goccia di polonio radioattivo versato nella tazza di tè di un albergo di Londra e che lasciò una lettera agli amici in cui accusava Vladimir Putin di volerlo assassinare: Mi hanno messo a tacere.
riproduzione riservata ®

Martedì 6 Marzo 2018 - Ultimo aggiornamento: 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
DALLA HOME