Donatella Aragozzini Un late show ambientato in un night club dove, con un tono

Donatella Aragozzini
Un late show ambientato in un night club dove, con un tono

Donatella Aragozzini
Un late show ambientato in un night club dove, con un tono leggero e a tratti profondo, donne di spettacolo, arte, cultura e intrattenimento si racconteranno in un clima di complicità tutto al femminile. È Venus Club, in onda da stasera intorno alla mezzanotte su Italia 1, con Lorella Boccia, di nuovo a Mediaset dopo tre anni a Real Time, e la presenza fissa di Mara Maionchi e Iva Zanicchi.
Come vive il ritorno in Mediaset, dove tutto ebbe inizio con Amici?
«Sono molto felice, anche questo è un nuovo inizio perché, nonostante ci sia stata la conduzione pomeridiana di Amici e quella serale di Rivelo, io sono sempre stata molto autocritica e ho vissuto nell'ansia, mentre stavolta porterò in tv la vera Lorella».
In che senso?
«Mi vedrete molto più spontanea, come sono nella vita. Mi sono concentrata molto su quello che stavo facendo, divertendomi. Non abbiamo copione, la parola chiave è divertirsi, poi quello che succede, succede: c'è una band al femminile, due cameriere che sono bravissime acrobate, una talentuosa bartender... è uno spettacolo in cui accade di tutto».
Sarà un programma divertente?
«Sì, ma non solo, speriamo anche di far riflettere con argomenti dei quali spesso si fa fatica a parlare. Nella prima puntata ci saranno Elettra Lamborghini, che è frizzante, e la fumettista Josephine Yole Signorelli, di solito molto riservata, che è invece riuscita ad aprirsi su un tema come la discriminazione di genere».
A che pubblico vi rivolgete?
«Sicuramente alle donne, ma anche agli uomini: è una provocazione, perché ci rivolgiamo al genere maschile per far conoscere il pensiero femminile».
Il ruolo di Maionchi e Zanicchi?
«Libertà totale, mentre intervisto sono sedute in uno dei tavolini in prima fila e intervengono on domande, perché sono molto curiose. Sono fantastiche».
Nel suo prossimo futuro c'è una bambina, che nascerà ad ottobre: poi tornerà alla danza o continuerà a condurre?
«La conduzione è sicuramente la mia strada ma non escludo la danza, in futuro potrei fare entrambe le cose... perché no? Ma per ora voglio godermi questo bellissimo momento».
riproduzione riservata ®

Ultimo aggiornamento: Giovedì 6 Maggio 2021, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA