Del Grosso in lacrime dal Pm «Non volevo uccidere Luca»

Emilio Orlando
«Non volevo uccidere nessuno, era la prima volta che prendevo un'arma in mano». È la dichiarazione, rotta da un pianto dirompente, di Valerio del Grosso durante l'interrogatorio di garanzia davanti al Gip e al Pm per rispondere dell'omicidio di Luca Sacchi.
Ieri nel carcere romano di Regina Coeli, il giudice per le indagini preliminari Costantino de Robbio e il sostituto procuratore Nadia Plastina, hanno interrogato Valerio del Grosso, Paolo Pirino e Giovanni Princi. Nel corso degli interrogatori di garanzia, dopo che i primi due sono stati raggiunti da un'altra ordinanza di custodia cautelare in carcere, gli inquirenti stanno cercando di ricostruire l'intero scenario che ha fatto da cornice all'atroce esecuzione. Le domande dei magistrati hanno riguardato anche la loro responsabilità riguardo allo spaccio di droga, per ora unico movente del delitto. Da chiarire anche la posizione di Clementina, la compagna di Giovanni Princi che accompagnò Anastasiya Kylemnyk nella caserma dei carabinieri di via In Selci poche ore dopo l'assassinio del fidanzato.
La procura ipotizza un eventuale coinvolgimento anche della ragazza di Princi nel giro dello spaccio. Secondo quanto sta emergendo dalle indagini, anche alla luce dell'inchiesta coca express sembrerebbe che quella sera gli arrestati stessero acquistando due chili di cocaina. Se venisse confermata questa ipotesi lo scenario accusatorio potrebbe aggravarsi per tutti. Infatti le pene previste nel caso di droghe pesanti prevedono pene maggiori e di conseguenza anche le posizioni dei singoli indagati potrebbero aggravarsi.
La somma di 70 mila euro che Anastasiya portava nello zainetto appare non congrua con il prezzo di un chilo di marijuana che costa al chilo intorno ai mille euro. Il denaro che del Grosso ha invece rapinato corrisponderebbe al valore di due chili di polvere bianca. Potrebbero esserci a breve dei colpi di scena sulla figura di Marcello de Propris, il ventiduenne che ha ceduto l'arma del delitto a del Grosso. Sui suoi spostamenti di quel giorno gli investigatori hanno dei dubbi su cui vogliono vederci chiaro.
riproduzione riservata ®

Mercoledì 4 Dicembre 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA