Coronavirus, il vademecum anti-panico dell'Istituto superiore di sanità: disinfettare le superfici, lavare le mani
di Lorena Loiacono

Coronavirus, il vademecum anti-panico dell'Istituto superiore di sanità: disinfettare le superfici, lavare le mani

Eccolo il vademecum anti-panico: 10 regole fondamentali per difendersi dal coronavirus:, stilate dall'Istituto superiore di sanità, che puntano soprattutto a sfatare false credenze.

ANTIDOTO ALLE BUFALE. Non si sta cercando, infatti, di contrastare solo la diffusione del coronavirus ma anche quella delle fake-news che rischiano di mandare in tilt il sistema di emergenza: la Federazione delle Associazioni medici internisti ospedalieri ha lanciato ieri l'allerta per il rischio sovraffollamento degli ospedali. Non a caso, la parola coronavirus è la più cercata nel sito antibufale dell'Ordine dei Medici Dottore ma è vero che...?. Così il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha incontrato i rappresentanti di Facebook Italia per monitorare che le notizie che circolano sui social.

EPIDEMIA CONTINUA. Ma il virus continua a mietere vittime: quasi 1800 le persone uccise dal contagio in Cina e 60 milioni i cittadini cinesi in isolamento con la quarantena più estesa mai avuta prima. In base a quanto emerso dall'analisi genetica, il coronavirus sarebbe apparso tra novembre e dicembre.

CONTAGIO TRICOLORE. Primo italiano contagiato, quello a bordo della nave Diamond Princess ferma in Giappone: l'uomo sta rientrando negli Stati Uniti, dove risiede da anni. Buone notizie dai medici dello Spallanzani sullo stato di salute del giovane Niccolò di 17 anni e del ricercatore 29enne: «Sono in splendida forma - ha assicurato il direttore sanitario, Francesco Vaia . Hanno mangiato la pizza e ne hanno chiesta un'altra. Gliela daremo».

CONTROLLI SERRATI. Aeroporti sotto osservazione I controlli procedono a tappeto, la protezione civile ha parlato di 1,5 milioni di passeggeri monitorati negli aeroporti.

CAOS STUDENTI. Ma, sul caos gite scolastiche che vede le famiglie in allarme per eventuali disagi negli aeroporti internazionali e i presidi che non hanno indicazioni precise, il commissario per l'emergenza Coronavirus, Borrelli, ha spiegato che l'unica raccomandazione dal Ministero della Salute è di non andare in Cina e che «non ci saranno nuove disposizioni». La palla passa quindi ai dirigenti scolastici: «I presidi decideranno, caso per caso, insieme alla comunità scolastica ha commentato Antonello Giannelli, presidente dell'Associazione nazionale dei presidi ascoltando i genitori e cercando di non perdere le quote già versate».

riproduzione riservata ®
Ultimo aggiornamento: Martedì 18 Febbraio 2020, 11:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA