Claudio Fabretti
Vai col liscio, anche al cinema. Dopo aver travolto l'Ariston

Claudio Fabretti
Vai col liscio, anche al cinema. Dopo aver travolto l'Ariston con la loro euforia, tra ritmi vertiginosi e chitarre distorte, i nuovi eroi della tradizione romagnola sbarcano anche nelle sale (il 14, 15 e 16 giugno) con il film Extraliscio - Punk da balera. Si ballerà finché entra la luce dell'alba. Alla regia Elisabetta Sgarbi, che ha anche prodotto l'ultimo album del gruppo (l'ottimo È bello perdersi). Tra gli ospiti Biagio Antonacci, Orietta Berti, Jovanotti, Elio e Lodo Guenzi.
Attraverso la voce narrante dello scrittore Ermanno Cavazzoni e il punto di vista intimo della regista, si entra nel microcosmo di questo bizzarro ensemble - guidato da Mirco Mariani, Moreno il Biondo e Mauro Ferrara - capace di aprire nuovi orizzonti alla canzone popolare, un po' come fecero gli Ardecore con la tradizione degli stornelli romani. Ho avvertito il richiamo delle origini, quelle della mia famiglia, anzitutto, e poi da piccola volevo fare la cantante rock, ha raccontato Elisabetta Sgarbi. È stato Mariani invece a ricordare la genesi del progetto: Ho iniziato a giocare con chitarre distorte, Mellotron, Onde Martenot, synth di tutti i tipi. Da lì è nato il punk da balera. Il mio sogno ora è di girare le balere con spettacoli dove i nonni ballano con i nipoti. E dal 26 giugno gli Extraliscio saranno in concerto con È bello perdersi-Tour d'Italie, per oltre una ventina di date. Con l'incoraggiamento del loro mentore sanremese Amadeus, intervenuto alla presentazione del film: Auguro loro una lunga carriera.
riproduzione riservata ®


Ultimo aggiornamento: Giovedì 10 Giugno 2021, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA