BANDI EUROPEI

Lorena Loiacono
Ripulire la strada sotto casa, prendersi cura degli anziani del quartiere e delle persone fragili o mantenere vivo il verde nei giardinetti vicino alle scuole: sono già tanti i volontari a Roma che, a modo loro, provano a tenere in piedi la città. Adesso per loro, impegnati nel decoro e nella solidarietà, arrivano i fondi europei: un sostegno concreto per portare avanti tutte le idee giovani per aiutare chi ne ha bisogno.
L'Agenzia Nazionale per i Giovani promuove infatti il Corpo Europeo di Solidarietà, la nuova iniziativa dell'Unione Europea, per offrire ai giovani un'opportunità di volontariato. E così tutti i giovani, dai 18 ai 30 anni, che già si occupano del loro quartiere o vogliono iniziare a farlo, possono fare domanda per ricevere un finanziamento dai 10 milioni di euro stanziati dall'Ue. Un'occasione utile anche per fare un'esperienza di lavoro e di progettazione. «In un mercato del lavoro in continua evoluzione - spiega il direttore generale dell'Agenzia Nazionale per i Giovani, Domenico De Maio - acquisire competenze non formali partecipando a progetti di solidarietà o attività di volontariato rende i ragazzi più spendibili nel mercato del lavoro, migliorando così la loro occupabilità. I progetti di solidarietà danno ai giovani under 30 la possibilità di presentare un progetto per realizzare attività a supporto delle comunità locali. Per farlo bastano almeno 5 ragazzi, un'idea e la voglia di partecipare. Diamo quindi strumenti a quel popolo di ragazzi che quotidianamente si impegna per la propria comunità e guarda con attenzione ai cambiamenti sociali e globali».
Per presentare domanda e partecipare al bando, sul sito www.agenziagiovani.it seguendo il percorso del Corpo europeo di solidarietà, c'è tempo fino a giovedì 7 febbraio, altrimenti la prossima scadenza è fissata al 30 aprile: possono partecipare gruppi di almeno 5 under30, anche senza un'associazione, o da organizzazioni giovanili per loro conto, per attività da 2 a 12 mesi.
riproduzione riservata ®


Ultimo aggiornamento: Lunedì 4 Febbraio 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA