Vittoria Golinelli
Un viaggio alle Maldive da 50 milaeuro per le vacanze di Natale

Vittoria Golinelli
Un viaggio alle Maldive da 50 milaeuro per le vacanze di Natale 2014. Una festa di compleanno da seimila euro in un ristorante di cucina romana. Notti all'Nh Hotel di piazza Repubblica, pranzi e cene al Principe di Savoia, dove una bottiglietta d'acqua minerale costa 7 euro. E ancora pasti da 100 e 200 euro cucinati da chef stellati e recapitati a domicilio, mance da 500 euro a un Dj perché mettesse la sua canzone in discoteca. Era una vita a 5 stelle quella che Ruby faceva a Milano dopo lo scandalo che l'ha vista protagonista per la sua partecipazione, quando era ancora minorenne, alle feste di Arcore.
Le sue spese pazze, per i magistrati milanesi, sarebbero state finanziate direttamente da Silvio Berlusconi in cambio del suo silenzio sulle serate a villa San Martino. Un silenzio che sarebbe costato al Cavaliere trai 5 e i 7 milioni di euro, consegnati a Ruby in contanti. Parte di quel denaro sarebbe stato investito in un resort a Playa del Carmen in Messico e in immobili a Dubai. Parte, invece, sarebbe servito per pagare i suoi capricci extra lusso. «Non ricordo di averle mai visto usare una carta di credito», spiega in aula un'amica proprietaria di un ristornate di cucina romana davanti ai giudici del processo Ruby ter, che vede oltre a Berlusconi imputate anche altre 27 persone per falsa testimonianza e corruzione in atti giudiziari. «È stata sicuramente una situazione unica per me, ha pagato tutto in contanti», aggiunge la titolare di un'agenzia di viaggi che aveva prenotato per Karima un viaggio extralusso di 10 giorni alle Maldive con il compagno Luca Risso, la loro bimba e la baby sitter.
Per festeggiare il compleanno, invece, Karima aveva deciso di andare nel locale dell'amica. Una festa da sogno, con 74 ospiti, champagne rosè per 1500 euro e la torta di compleanno opera di un cake designer. Conto totale da oltre novemila euro, poi scontato a seimila, ma senza lo champagne e con un dolce più normale. Anche in quell'occasione la giovane marocchina ha pagato rigorosamente in contanti. E in tasca di soldi ne aveva tanti, troppi, anche se in quel periodo non lavorava.
riproduzione riservata ®

Martedì 12 Novembre 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA