Un grande cuore rosso disegnato da Giosetta Fiorni per l'Elfo è il simbolo

Un grande cuore rosso disegnato da Giosetta Fiorni per l'Elfo è il simbolo della prossima stagione che, forte dei 145mila spettatori fidelizzati quest'anno, rilancia con un cartellone di 60 titoli dove l'interesse per il contemporaneo dialoga con la necessità di confrontarsi con i classici.
Tra le produzioni di casa, occhi puntati sulla nuova edizione di Angels in America, formidabile epopea di Tony Kushner sugli Stati Uniti di epoca reaganiana. Alla regia sempre Ferdinando Bruni ed Elio De Capitani, protagonisti anche di un altro spettacolo molto atteso, Diplomazia di Cyril Gely, cronaca ad alta tensione delle notte dell'agosto 1944 in cui il generale nazista Dietrich von Choltitz e il console svedese Raoul Nordling decidono le sorti di Parigi. Da (ri)vedere il dittico in onore di Oscar Wilde, Atti osceni e L'importanza di chiamarsi Ernesto. Ricco il fronte delle ospitalità: Arlecchino con Natalino Balasso, Fronte del porto secondo Alessandro Gassman, Arizona dello spagnolo Juan Carlos Rubio con Laura Marinoni, il nuovo lavoro di Ricci/Forte ispirato a Marina Cvetaeva, Easy to remember. Graditissimi i ritorni di Rezza/Mastrella con Fratto X e Alessandro Bergonzoni con Trascendi e sali. (O.Bat.)
riproduzione riservata ®

Lunedì 22 Luglio 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA