Olga Battaglia
Il teatro sarà anche marginale, ma non è per forza un

Olga Battaglia
Il teatro sarà anche marginale, ma non è per forza un limite. «La marginalità può essere una fuga dalla realtà, o al contrario, un punto di osservazione da cui vedere quello che ancora non c'è». Parola di Sergio Escobar direttore del Piccolo Teatro alla presentazione del cartellone 2019/20. Corposo il fronte delle produzioni, con 23 titoli, di cui 11 novità.
Il regista tedesco Thomas Ostermeier allestisce per l'Italia Ritorno a Reims del sociologo francese Didier Eribon, ricognizione nelle inquietudini dell'Europa contemporanea con Sonia Bergmasco. E se Emma Dante firma Misericordia, discesa negli inferi di una miseria tutta al femminile, Antonio Latella affronta Hamlet affidando il ruolo del triste principe di Danimarca a Federica Rosellini, mentre Toni Servillo propone Eternapoli, melologo su testo di Giuseppe Montesano e musica di Fabio Vacchi. E, nel cinquecentenario di Leonardo, ecco una star come Micheal Nyman con l'opera musicale Leonardo tra corpo e sogno. E Declan Donnellan diventa regista residente.
Grandi classici e drammaturgia contemporanea si alternano nel cartellone delle ospitalità, dove si segnalano Il maestro e Margherita da Bulgakov con Michele Riondino, Il nipote di Wittgenstein di Thomas Bernhard con Umberto Orsini, un doppio Ibsen, Il nemico del popolo diretto da Massimo Popolizio e John Gabriel Borkman secondo Gabriele Lavia, La donna leopardo con Michela Cescon che porta in scena un romanzo di Alberto Moravia. Spazio ai nuovi linguaggi della scena con Orestea della compagnia Anagoor eL'abisso di Davide Enia. Dall'estero in arrivo James Thierrée, figlio di Victoria Chaplin, con il nouveau cirque di Raoul (foto), la formidabile Nuria Espert con Romancero Gitano di Garcia Lorca, la regista iraniana Cameli Ghazali con I'm a women. Can you hare me?, Ute Lemper con un omaggio a Marlene Dietrich, Simon McBurney con il cechoviano Giardino dei ciliegi e l'immancabile Slava Snow Show.
riproduzione riservata ®

© RIPRODUZIONE RISERVATA