Niguarda, virus in ritirata

Simona Romanò
Il virus è in ritirata. E i reparti Covid si smantellano piano piano, dopo essere stati ricavati ovunque negli ospedali milanesi, in una corsa contro il tempo partita il 21 febbraio.
«Festeggiamo, ma senza abbassare la guardia, perché chiude anche l'ultima terapia intensiva Covid del Niguarda», ha annunciato ieri il presidente della Regione Attilio Fontana. «L'ultimo paziente sta meglio, è negativo al tampone ed è stato trasferito per concludere il percorso di guarigione». Dopo tre mesi di battaglia vera è il momento per medici e infermieri di tirare il fiato. Al Niguarda erano cinque le rianimazioni per gli infettati da virus: la prima era stata svuotata lo scorso 19 aprile e da ieri anche l'ultima è vuota. Così l'ospedaale Ca' Granda è ufficialmente Covid free. Il 16 giugno era toccato al San Carlo togliere letti e respiratori, con i sanitari che hanno festeggiato con le lacrime agli occhi. «Abbiamo vinto noi, dopo 100 giorni che non dimenticheremo mai», avevano scritto in una lettera a Matteo Scocco, direttore generale dell'Asst Santi Paolo e Carlo. Ha chiuso i battenti da settimane anche l'ospedale da campo costruito alla Fiera. Ora i malati Covid di Milano (meno di un centinaio, 297 in tutta la Regione) sono quasi tutti al Sacco, che è uno dei punti di riferimento nazionale per le malattie infettive; altri pazienti sono ospitati al Policlinico e altri al San Paolo. Presto però saranno trasferiti per consentire la sanificazione dei nosocomi. E il sistema sanitario lombardo guarda alla Fase 3: «Tutti i cittadini che hanno contratto il Covid faranno gratis tutti gli esami e le visite con prescrizione medica, beneficiando di un'esenzione regionale», ha avvisato l'assessore al Welfare Giulio Gallera. È una delle misure del pacchetto sanità approvato dalla giunta Fontana. «Sono inclusi ha aggiunto - anche i colloqui psicologici necessari». Inoltre, «è totalmente rimborsabile il tampone eseguito a seguito di positività anche a test sierologico privato».
riproduzione riservata ®

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 1 Luglio 2020, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA