Navigare con il formaggio

Greta Posca
«Adesso comincio a divertirmi». È un'Emma Marrone piena di adrenalina quella che parla dopo il debutto a Roma del suo Essere qui Tour che oggi sbarca al Forum di Assago. «Se potessi salterei i dischi e farei solo concerti», assicura la cantante che sta godendo di un particolare stato di grazia.
«Dopo otto anni vissuti da matta, adesso inizio a divertirmi» assicura. «Finora non lo avevo fatto fino in fondo, ma più si matura e più si diventa autonomi. E io ora mi sento un fiume in piena. Ho così tante energia da essere pronta per un nuovo disco, e non è detto che non l'abbia già fatto. Sto bene, sono me stessa e sul palco mi sento migliore, bella, amata, accettata, forte». E si vede. Il live, con un'ambientazione da locale underground («quelli in cui ho sempre suonato») con tanto di scritta Exit in bella evidenza, lo ha pensato strutturandolo in tre momenti, «che corrispondono a tre personaggi, tre Emma diverse».
Il primo blocco «rappresenta la me stessa nella vita di tutti»; poi una parte acustica e nl terzo «gioco a fare la figa, la regina della notte». Un concerto che è la storia della sua vita. «Sì, di tutte le volte che ho bussato alle porte dei locali e non mi hanno aperto. Ma quella scritta Exit, significa che alla fine ce l'ho fatta ad uscire». Stasera ancora sarà energia pura.
riproduzione riservata ®

Venerdì 18 Maggio 2018 - Ultimo aggiornamento: 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
DALLA HOME