Giardini, sboccia la meraviglia

Elisa Straini
Patrimoni botanici, architettonici, storici, e in alcuni casi anche enologici, come le Vigne di Bellavista, ad Erbusco, in terra di Franciacorta che entrano quest'anno a far parte del network assieme ad altri 12 siti in tutta Italia. Sono i Grandi giardini italiani, rete di tesori naturalistici e culturali che si svelano al pubblico per visite ed eventi: 133 tappe da nord a sud, di cui 34 in Lombardia.
A Bellavista si può scegliere fra tre percorsi di visita guidati con degustazione finale di due Franciacorta, ma spostandosi sul Garda, ci sono a esempio anche il Vittoriale degli Italiani a Gardone Riviera e la Rocca di Lonato.
Attorno a Como, tappe d'obbligo sono i parchi delle residenze storiche affacciate sul lago, come Villa Olmo con il giardino riaperto dopo gli interventi di riqualificazione, oppure Villa del Grumello dove domenica è in programma il festival Mood, music and food; tra suoni e cucina alla scoperta delle diverse culture. E ancora, Villa Carlotta a Tremezzina, che a fine giugno per il solstizio d'estate organizza una passeggiata botanica con osservazione del cielo.
Villa Monastero, a Varenna, offre invece fino a giugno lo spettacolo della fioritura di 18 varietà di ortensie. Per tutto maggio si parla invece ancora di rose a Villa della Porta Bozzolo, a Casalzuigno, in provincia di Varese, con laboratori e giornate speciali in compagna di vivaisti. Il Rossini Art Site di Briosco, in Brianza, organizza periodicamente la caccia al tesoro artistico, ma non mancano spunti anche per visite appena fuori dalla città. A Villa Litta, a Lainate, le visite sono riprese a inizio maggio ed è cominciata, con l'inaugurazione degli ultimi restauri anche la stagione di visite a Villa Arconati, la piccola Versailles di Bollate.
riproduzione riservata ®

Venerdì 18 Maggio 2018 - Ultimo aggiornamento: 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
DALLA HOME