Ferruccio Gattuso
Ci sono progetti che sembrano impossibili, poi si fanno difficili,

Ferruccio Gattuso
Ci sono progetti che sembrano impossibili, poi si fanno difficili, infine, a colpi di sogni, diventano realtà. Questo fu Notre Dame de Paris, l'opera musicale tratta dal romanzo di Victor Hugo di cui il suo compositore Riccardo Cocciante celebra il ventesimo anniversario italiano.
In Francia, la marcia trionfale di Notre Dame partì infatti prima, sul finire dei Novanta. La festa di casa nostra è pronta a concretizzarsi in una tournée lunga un anno, al via dal 3 al 17 marzo dal Teatro agli Arcimboldi e destinata a toccare molte città italiane fino al traguardo di metà dicembre, al Politeama Rossetti di Trieste.
Cocciante ieri ha scelto un luogo magico, le Fonderie Napoleoniche, nel cuore del quartiere Isola, per raccontare tutta la sua soddisfazione: in due decenni, questo musical dalla produzione sontuosa ha toccato, solo in Italia, quasi cinquanta città con 1346 repliche per quattro milioni di spettatori, mentre all'estero, tradotto in nove lingue, ha conquistato venti paesi per più di cinquemila spettacoli e tredici milioni di spettatori. Insomma, un gigante. «Nel 2002 il produttore David Zard sosteneva che lo spettacolo avrebbe girato per un anno intero spiega orgoglioso il cantautore Per farlo esordire costruì addirittura un teatro, a Roma, il Gran Teatro. L'opera non è mai cambiata: è rimasta quello spettacolo popolare, ancora attualissimo per i temi di inclusività e di accettazione del diverso, rivolta a un pubblico che potesse andarsela a vedere in jeans».
La storia è quella, celeberrima, del gobbo Quasimodo, campanaro a Notre Dame, innamorato della zingara Esmeralda: «Portare in giro in questo momento storico difficile uno show di queste dimensioni significa battersi perché il teatro non si fermi più prosegue Cocciante - Tutti noi artisti dobbiamo cercare di ripartire, la cultura ci fa andare avanti, ci spinge a cercare di vivere meglio». Per i 20 anni, Cocciante ha richiamato il cast originale e alcuni dei migliori protagonisti delle edizioni successive, a cominciare da Lola Ponce (Esmerlada), Giò Di Tonno (Quasimodo) e Vittorio Matteucci (Frollo). Da oggi, sulle piattaforme digitali le canzoni dello spettacolo sono disponibili nelle versioni da studio e live all'Arena di Verona.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 14 Gennaio 2022, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA