Diodato fa rumore al Castello

Diodato fa rumore al Castello

Francesca Binfarè
In un'estate difficile per la musica l'asso pigliatutto è Diodato, che arriva stasera e domani al Castello Sforzesco (ore 21) con due serate sold out dei suoi Concerti di un'altra estate. Non solo Diodato ha consolidato il suo successo vincendo tra gli altri il Festival di Sanremo con Fai rumore, il David di Donatello con Che vita meravigliosa per il film La Dea Fortuna di Ferzan Ozpetek e il Soundtrack Stars Award Speciale Musica & Cinema al Festival di Venezia per la sua sintonia con i film, ma sta anche portando avanti una serie di live in tutta Italia.
Milano lo accoglie a braccia aperte e lui ricambia: «La musica è cultura, educa, emoziona, intrattiene, muove economie importanti dando lavoro a tantissime persone che spesso non si vedono ma ci sono», racconta il cantautore. «Quando tutto si è fermato ho pensato ai miei compagni di viaggio, che permettono all'arte di realizzarsi». In particolare, «le due date milanesi saranno qualcosa di speciale, l'opportunità di tornare a fare rumore nel luogo che mi ha fatto crescere come persona e come cantante, la città in cui vivo e in cui ho passato il lockdown».
Diodato specifica che il suo «non è solo un tour, è un viaggio dell'anima che condivido con chiunque voglia farne parte. È tornare a stare insieme, finalmente. Non vedo l'ora che tutto ciò possa avvenire a Milano, perché anche lei ha bisogno di tornare a fare rumore. Milano mi ha ridato speranza e mi ha fatto capire che la musica può fare qualcosa. Sono onorato ed emozionato di poter contribuire a dare un briciolo di fiducia nel futuro del mondo dello spettacolo, ma non solo».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 7 Settembre 2020, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA