Atalanta, W Zapata! Gasp in finale con Pirlo

Atalanta, W Zapata! Gasp in finale con Pirlo

Marco Zorzo
La Dea (3-1) centra la quinta finale della sua storia in Coppa Italia, la seconda negli ultimi tre anni. Il 19 maggio Gasperini sfiderà Pirlo e CR7. Ancora una serata da dimenticare per Gattuso. Dopo lo 0-0 dell'andata al Maradona, ieri a Bergamo l'avvio al fulmicotone dell'Atalanta annienta il Napoli, incapace di reagire alla fucilata velenosa dell'ex Zapata (10') e il raddoppio firmato da Pessina, ispirato dall'onnipresente Zapata, sei minuti più tardi.
Un 1-2 che metterebbe ko un bisonte. Figuriamoci questo Napoli piccolo piccolo, che paga soprattutto le assenze della coppia titolare lì dietro, Koulibaly e Manolas.
A parte un paio di fiammate di Insigne, restiamo basiti dalla inconsistenza azzurra dalle parti di Gollini.
Una prima frazione praticamente a senso unico, targata Gasp-band. Con Zapata che sfiora il tris poco prima del riposo. Osimhen? Tutti quei soldi spesi ADL? Mah... Bakayoko? Nemmeno l'ombra del guerriero visto ai tempi del Milan.
Ripresa. Lozano con il tap in la riapre. Ilicic e Zapata dalla parte opposta sfiorano il tris. Poi ci prova Pessina. Ospina tiene a galla Napoli e Gattuso con un paio di interventi in acrobazia.
Quindi miracolo di Gollini sul ravvicinato Osimhen al 75', ispirato da Demme. Ma il 3-1 è dietro l'angolo, lo firma Pessina, su assist del solito Zapata (78'). Ecco l'hombre del partido, Zapata: «Felice per questa vittoria e per la finale raggiunta. Sapevamo che ci sarebbe stato da soffrire con il Napoli, ma alla fine ce l'abbiamo fatta».
marco.zorzo@leggo.it
riproduzione riservata ®

Ultimo aggiornamento: Giovedì 11 Febbraio 2021, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA