Angela Calzoni
È riuscito a liberarsi i polsi dalle manette, salire su un

Angela Calzoni
È riuscito a liberarsi i polsi dalle manette, salire su un treno e a scappare a Milano, dov'è stato arrestato.
È durata un manciata di ore l'evasione degna di Houdini del 31enne romeno Marius Marmura, che martedì è riuscito a scappare dal Tribunale di Brescia prima di un'udienza a cui doveva partecipare. Si è liberato i polsi dagli anelli di ferro, poi, approfittando dell'attesa davanti a un'ascensore, ha scartato gli agenti della polizia penitenziaria che erano con lui e si è messo a correre. Con grande agilità è balzato sul cofano e sul tetto di un'auto in sosta accanto al muro di cinta del Palagiustizia, che separa il parcheggio dai binari della Milano-Venezia. Usando la macchina come trampolino, ha scavalcato il muro ed è corso via in fretta lungo i binari. Pochi minuti dopo è salito su un treno diretto a Milano e, sentendosi ormai al sicuro, non ha resistito alla tentazione di chiamare la fidanzata a cui ha dato appuntamento nella stazione del metrò Affori. Fine corsa però: qui è stato bloccato dagli agenti. A tradirlo sono state proprio quelle chiamate, prontamente intercettate. Processato per direttissima, Marius Marmura, assistito dall'avvocato Davide Montani, si è visto convalidare l'arresto dal giudice Andrea Ghinetti.
Il romeno, in Italia dal 2005 e con una sfilza di precedenti per furto, rapina e ricettazione, anche dopo 48 ore aveva sui polsi i lividi che si era procurato tentando di liberarsi, prima di finire davanti al giudice a Brescia. Nel corso dell'udienza, si sarebbe dovuto decidere se riconsegnarlo alla Romania a seguito di un mandato di arresto europeo, eseguito il 22 dicembre, per un condanna definitiva a 7 anni per rissa e lesioni. L'uomo è tornato nel carcere di San Vittore dopo l'udienza e il processo per l'accusa di evasione proseguirà il 21 febbraio. È possibile che, a questo punto, il 31enne debba prima scontare la pena per l'evasione e poi sarà estradato in Romania.
riproduzione riservata ®

© RIPRODUZIONE RISERVATA