Alessio Agnelli
MILANO - Inter-United: primo contatto ufficiale per Lukaku e

Alessio Agnelli
MILANO - Inter-United: primo contatto ufficiale per Lukaku e

Alessio Agnelli
MILANO - Inter-United: primo contatto ufficiale per Lukaku e trattativa aperta. L'appuntamento è andato in scena ieri pomeriggio a Londra, negli uffici dei Red Devils in zona Mayfair, uno dei quartieri più ricchi della capitale britannica, e ha visto nel ruolo di primi attori Piero Ausilio e Ed Woodward, amministratore plenipotenziario dello United, con delega per mercato e trasferimenti. Compreso quello sempre più probabile di Romelu Lukaku alla corte di Antonio Conte. Il direttore sportivo nerazzurro ha messo sul piatto 70 milioni di euro per il cartellino del bomber belga, pagabili in tre tranches (la prima di 30 milioni, le altre 2 di 20 ciascuna) e con la formula del prestito biennale con obbligo di riscatto.
Woodward non ha chiuso alla soluzione, ma si è riservato di fornire tutte le risposte del caso, su valutazione (la richieste del club di Manchester è di 75 milioni) e modalità dell'affare (la preferenza degli inglesi è per una cessione a titolo definitivo), a stretto giro di posta, magari già entro il weekend. Quasi tutto fatto, invece, fra Inter e Cagliari per Nicolò Barella. Trovata l'intesa per un prestito oneroso di 10 milioni, 30 di riscatto obbligato e 5 di bonus, manca solo l'ok di Zhang Jindong, atteso a breve, e il rientro dell'azzurro dalle vacanze per visite mediche e firma, nel fine settimana, per il closing.
Contatti ripresi anche per Edin Dzeko e forbice (6 milioni: 12 di offerta, 18 di richiesta) ridotta. In uscita, definito (per 13 milioni, più il 50% di una futura rivendita) Yann Karamoh con il Parma. Sondaggi Monaco per Miranda e Joao Mario. E una pretendente in meno per Mauro Icardi. «Un incontro con Wanda Nara nei prossimi giorni? Una stupidaggine colossale - ha sottolineato il presidente del Napoli, De Laurentiis, a Radio Kiss Kiss - l'ho vista 3 anni fa e mi è bastato quell'incontro. Icardi non rientra nelle nostre necessità attuali».
Da Cornaredo, invece, brutte notizie da Matteo Politano, ko per un «risentimento ai flessori della coscia destra». Per Milan Skriniar «obiettivo scudetto. Lavoriamo per questo, con mister Conte vogliamo lottare per i primi posti - ha sottolineato lo slovacco -. Sapevo fosse un professionista vero e si è visto fin dal primo giorno di lavoro. Puntiamo a far bene anche in Champions».
riproduzione riservata ®

Venerdì 12 Luglio 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA