Don Cavazzana, le 13 parrocchiane e il mistero degli altri preti coinvolti
di Lino Lava

Don Cavazzana, le 13 parrocchiane e il mistero degli altri preti coinvolti

PADOVA  - I preti coinvolti nella vita hard di don Contin? Sembravano in molti all'inizio delle indagini. Ma nell'inchiesta è finito solo il nome di don Roberto Cavazzana, ex parroco di Carbonara di Rovolon. Ma resta solo una persona informata sui fatti, che il pubblico ministero Roberto Piccione citerà come testimone. Il nome di don Cavazzana l'aveva fatto l'amante quarantanovenne di don Contin. Era stato il parroco di San Lazzaro a presentarla al collega di Carbonara. E lei ha avuto un rapporto con don Cavazzana. Le indagini hanno poi rivelato che il parroco di Carbonara aveva tredici amanti, tutte parrocchiane. Ma questi fatti non hanno nulla a che vedere con l'inchiesta di don Contin.

Che la canonica di San Lazzaro fosse frequentata anche da altri sacerdoti lo avevano ipotizzato alcune delle amanti parrocchiane. Insomma, c'erano tanti anonimi che partecipavano alle orge organizzate dall'ex parroco. Qualche amante sospettava che alcuni uomini portassero il collarino da sacerdote. Ma niente di più. In pieno scandalo, il vescovo monsignor Claudio Cipolla in riferimento all'ipotesi che potessero essere coinvolti altri sacerdoti aveva detto: «A noi non risulta che ci siano altri prelati protagonisti di questa dolorosissima e umiliante vicenda che ci ha esposti alla vergogna di tutto il mondo».

Il vescovo aveva risposto anche in merito alle denunce presentate in Curia dalle due amanti del parroco di San Lazzaro: «Abbiamo ricevuto delle segnalazioni inizialmente anonime perchè creavano disagio a chi si dichiarava. In questo caso diventa fondamentale tutelare la riservatezza e verificare l'attendibilità per appurare le responsabilità personali».
 
 
Venerdì 19 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 10:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME