Maxi bollette, a Padova cifre da record: è la seconda città più cara del Veneto. Al primo posto? Treviso

Maxi bollette, a Padova cifre da record: è la seconda città più cara del Veneto. Al primo posto? Treviso

PADOVA - Tra i fattori che hanno accelerato la transizione green, per famiglie e imprese, c'è anche l'aumentato costo dell'energia, che negli ultimi mesi ha toccato cifre record. La crisi energetica iniziata nel 2021 e amplificata dal conflitto in Ucraina ha avuto ricadute pesanti sulle spese affrontate dalle imprese italiane: nella provincia di Padova le micro e piccole imprese hanno registrato un aumento del costo dell'energia elettrica e del gas di 498 milioni di euro. Gli aumenti, rispetto al 2020, sono stati altissimi e ne hanno risentito anche le famiglie.
In particolare, secondo un'indagine di Facile.it, a parità di consumi le famiglie residenti in Veneto con contratto di fornitura nel mercato tutelato, nel 2022 hanno speso per la sola bolletta elettrica 1.499 euro, il 108% in più rispetto al 2021, e 1.502 euro per il gas (+57%). Sul fronte dell'elettricità i veneti sono tra i più sfortunati d'Italia avendo avuto la quinta bolletta più pesante della Penisola.

Bollette, le citta' piu' care del Veneto


In questo contesto Padova è la seconda provincia veneta per costo dell'energia. Per quanto riguarda l'elettricità, il consumo medio a famiglia rilevato nel 2022 è stato pari a 3.161 kWh che, considerando le tariffe dello scorso anno in regime di tutela, corrisponde a un costo di 1.540 euro. La provincia più cara è Treviso, dove la spesa media è stata di 3 euro in più (1.543). Dietro Padova troviamo invece Rovigo (1.508 euro, 3.095 kWh), Vicenza (1.494 euro, 3.067 kWh) e Verona, provincia dove sono stati messi a budget, mediamente, 1.490 euro per un consumo medio di 3.058 kWh. Chiude la classifica Venezia, che nel 2022 ha rilevato i consumi più bassi della regione (3.006 kWh) e quindi la bolletta più leggera (1.465 euro).

Anche sul fronte del gas le bollette sono differenziate a seconda dei consumi medi rilevati.

Padova rimane al secondo posto tra le province più care del Veneto, con un consumo medio di 1.197 standard metro cubo (smc) per una spesa media a famiglia di 1.531 euro. Davanti a noi si posiziona Rovigo, dove il consumo medio a famiglia è stato di 1.292 smc per un costo complessivo di 1.652 euro. A seguire troviamo Verona (1.501 euro, 1.174 smc), Vicenza (1.498 euro, 1.171 smc) e Treviso (1.458 euro, 1.140 smc). Anche in questo caso chiude la classifica Venezia (1.422 euro, 1.112 smc).


S.Q.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 8 Marzo 2023, 09:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA