Ostuni, il padre del 16enne in lacrime: "Me l'hanno ammazzato"
di Maurizio Distante

Ostuni, il padre del 16enne romano in lacrime: "Me l'hanno ammazzato"


Gli ingredienti per la ricetta della felicità c'erano tutti: ottimi voti a scuola, tanti amici, l'attività sportiva praticata a livello amatoriale con discreto successo, l'affetto di una famiglia allargata ma i cui rapporti infondevano la serenità necessaria a un 16enne. Poi, improvvisa, la tragedia.
 
 


«Me l'hanno ammazzato». Il padre del 16enne romano investito e ferito gravemente la notte tra il 6 e il 7 agosto nei pressi di un villaggio turistico di Ostuni dove si trovava in vacanza, un odontoiatra molto noto nella capitale, non si dà pace, aspettando al quinto piano dell'ospedale Antonio Perrino.
 
Rispondendo ad alcuni giornalisti, l'uomo ha raccontato della straordinaria normalità di un ragazzo di 16 anni con tanti sogni nel cassetto e col sorriso sempre stampato in volto. «Sabato pomeriggio aveva giocato a pallone sulla spiaggia con gli amici, era l'ultimo giorno di vacanza, qui in Puglia». La permanenza, purtroppo, si è dovuta allungare a causa dell'incidente capitato al ragazzo: da Roma, sono arrivate in tutta fretta la mamma del 16enne e la compagna del padre. L'uomo aveva passato una settimana di ferie a Ostuni in compagnia dei figli avuti durante il precedente matrimonio: oltre al 16enne investito nelle prime ore di domenica, c'è suo fratello minore, uno dei “pulcini” della squadra della Roma.

Tutta la storia com gli sviluppi dell'inchiesta ---> LEGGI
 
Martedì 9 Agosto 2016, 10:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA