Roma, maxi blitz a Termini: 50 denunciati tra mendicanti, borseggiatori e irregolari

Maxi blitz a Termini: 50 denunciati tra mendicanti, borseggiatori e irregolari

di Silvia Mancinelli
Mendicanti, scippatori, ambulanti nella rete dei carabinieri, alla Stazione Termini.

Tra irregolari in Italia e ladri ne sono stati denunciati 50 in poche ore.





L’attività di controllo portata avanti dai militari del Nucleo Scalo Termini insieme ai colleghi della Compagnia Speciale di Roma hanno fermato 47 stranieri (dei quali 45 sono romeni e tutti residenti ad Aprilia), mentre un iracheno abiterebbe in un centro di accoglienza di Brindisi e una senegalese senza fissa dimora. Tre invece gli italiani identificati, hanno tra i 18 e i 61 anni.





In 26 sono stati bloccati mentre infastidivano i passeggeri nelle biglietterie automatiche e nelle banchine per chiedere l’elemosina: 23 erano a Roma nonostante un foglio di via obbligatorio, mentre la donna senegalese è stata sorpresa a rubare una confezione di profumo in uno dei negozi della stazione. Multati anche 7 bengalesi, venditori ambulanti senza autorizzazione.

Il tutto mentre veniva realizzato il servizio di prefiltraggio (sperimentale) ai binari (di cui Leggo ha parlato nell’edizione di ieri). Neanche due settimane fa gli agenti del Commissariato Viminale fecero un’operazione simile.



Dall’inizio dell’anno sono stati oltre cento gli uomini e le donne sorpresi a mendicare, a borseggiare gli ignari pendolari e a vendere chincaglierie di ogni tipo senza permessi all’interno e all’esterno dello scalo. Trasformandolo in un suk ormai fisso e alimentatando la protesta quotidiana di tomani e turisti sui social network.

Ultimo aggiornamento: Giovedì 12 Marzo 2015, 08:46