Raggi verso l'addio: "Non mi riconosco più nel M5S" -Guarda

Video
Raggi verso l'addio: "Non mi riconosco più nel M5S". Con queste parole la sindaca di Roma Virginia Raggi si sarebbe rivolta ai suoi consiglieri, non celando il malcontento dopo l'arresto del braccio destro Marra.

GRILLO HA GIÀ PREPARATO IL POST PER TOGLIERLE IL SIMBOLO Grillo ha lasciato Roma, ma ormai il destino di Virginia Raggi è segnato: o accetta di essere commissariata dal Movimento, cacciando tutti gli esponenti del "raggio magico", vicesindaco Frongia compreso, o si andrà allo scontro finale con il post che ufficializza il ritiro del simbolo e la sfiducia della sua maggioranza, ma dopo l'approvazione del bilancio.





Queste sono le ore decisive, perché ovviamente l'arresto del fedelissimo Marra e l'avviso di garanzia alla Muraro hanno velocizzato i tempi. Grillo ha capito che la situazione potrebbe diventare catastrofica per il movimento, mano a mano che le inchieste giudiziarie andranno avanti e sostanzialmente non so fida più della Raggi. Ha già pronto il post per toglierle il simbola e la accuserà di essere un'infiltrata della Destra.

Anche Davide Casaleggio sta tentando di farla ragionare, si stanno susseguendo telefonate e riunioni, ma al gruppo consigliare Virginia Raggi ha perfino detto di essere pronta ad andare avanti anche senza il simbolo del Movimento 5 stelle. Per questo, le prossime saranno le ore decisive.


RAGGI A PALAZZO VALENTINI: RIUNIONE DI MAGGIORANZA Il sindaco di Roma Virginia Raggi è arrivata a Palazzo Valentini, sede di Città metropolitana per la riunione di maggioranza. Il sindaco è entrata in auto all'interno del portico.

Nel frattempo sono arrivati presso la stessa sede di Città metropolitana anche i consiglieri M5s capitolini Angelo Sturni, Andrea Coia, Alisia Mariani, Eleonora Guadagno, Enrico Stefano, e l'assessore alla Mobilità Linda Meleo. Tutti sono entrati senza rilasciare dichiarazioni.





Ultimo aggiornamento: Sabato 17 Dicembre 2016, 19:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA