Trentenne investita e uccisa per gelosia da un amico.
L'uomo si è poi suicidato in casa impiccandosi

Trentenne investita e uccisa per gelosia da un amico. L'uomo si è poi suicidato in casa impiccandosi
PRATO - stata uccisa da un amico, che l'ha investita e che poi si impiccato. quanto ricostruito dai carabinieri che indagano sulla donna di 30 anni, di Vernio

(Prato), trovata morta stamani sulla riva del lago di Bilancino. L'uomo, 34 anni, si poi suicidato a Vernio, impiccandosi.

Il ritrovamento. La donna è stata trovata morta questa mattina sulle rive del lago di Bilancino, nel Mugello, da un pescatore. I carabinieri intervenuti sul posto hanno subito ipotizzato che la donna fosse stata investita mentre camminava lungo una strada che costeggia il lago.



Le indagini. Era vestita in modo accurato, come se avesse passato una serata fuori. Sul corpo sono state trovate lesioni compatibili con un incidente d’auto. Al momento del ritrovamento del cadavere però nessuno aveva fatto denuncia di scomparsa. I militari hanno cercato di ricostruire il contesto familiare e sociale della donna, durante le indagini è stato ritrovato l’amico, impiccato nel suo appartamento di Vernio.



Il movente. Ci sarebbe la gelosia alla base dell’omicidio-suicidio avvenuto fra il Mugello, al lago di Bilancino, e Prato. Secondo l’ipotesi dei carabinieri, l’uomo, Daniele Baiano, 34 anni, commerciante pratese, sarebbe stato geloso di Jennifer Miccio, 30 anni, di Vernio (Prato), con la quale aveva un flirt, ma che aveva una relazione stabile con un altro uomo. Ieri alcuni testimoni li hanno visti litigare in discoteca. Secondo gli investigatori, dopo la lite lui l’avrebbe investita con l’auto e, sopraffatto dal rimorso, si sarebbe impiccato in casa.
Ultimo aggiornamento: Domenica 17 Agosto 2014, 09:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA